The seasons

The Summer pasture

Le immense e verdi praterie sulle quali nei secoli sono stati costruiti i nostri alpeggi (vere e proprie stalle estive delle mandrie), altro non sono che lo splendido quanto raffinato lavoro dell’orogenesi alpina che, in una straordinaria combinazione di rimescolamenti e forze compressive, è riuscita a portare sopra i duemila metri quelli che una volta erano i fondali di un Oceano che non c’è più. Qui il peso di ghiacciai ora appesi alle cime delle vette hanno modellato queste dolci terrazze che sono diventate fertili pascoli di erbe ricche di sostanze preziose e gustose.

Qui l’orologio si ferma ed entra in funzione il tempo della natura. Ogni giornata trascorre secondo i ritmi della luce e del buio, tanto che in ventiquattrore la fatica e il lavoro raddoppiano.

Si inizia alle quattro con la prima mungitura, si prosegue alle sei con il trasferimento delle mandrie al pascolo prima di essere ricondotte in stalla verso mezzogiorno. Dalle 16:00 del pomeriggio si ricomincia con la seconda mungitura, si prosegue con il pascolo e si termina con il rientro in stalla in tarda serata.

Naturalmente, senza dimenticare la pulizia dell’alpeggio ed il controllo dello stato di salute delle bovine e la crescita dei vitellini.

Fromagerie Haut Val d'Ayas

The Winter Cowshed

The pace of life slows down here, the cattle stay in the cowshed waiting for the harsh winter to make way for the warm spring. Surprisingly, this apparently dormant time of year is the most frenetic.

Calves are born between November and December, the milk yield drops but as the cattle are fed on organic hay mown in the lowlands during the summer, our dairy products remain genuine and of a high standard.

Fromagerie Haut Val d'Ayas